Archivi categoria: recensione

D’argine al male

Standard

Storia di ordinaria follia

Un giallo? Un thriller? Un noir? No, niente di tutto questo. Semplicemente una storia di ordinaria follia col protagonista dalla personalità sdoppiata. È Giovanni e Iolanda allo stesso tempo, due persone che convivono nello stesso guscio. Ha ucciso il padre e forse la madre. È una delle tante vittime dello ospedale psichiatrico infantile di Aguscello, adesso un rudere vuoto e abbandonato, abitato dai tanti fantasmi di bambini che lì hanno perso la loro innocenza?Il dubbio c’è ma non è risolto.

In puro stile di Stephen King di Carrie e Shinning, non come storia ma come atmosfera, prende per la gola il lettore.

Su IBS il formato cartaceo

AutoreGaia Conventi
EditoreLe Mezzelane Casa Editrice
9,65€ scontato
In formato ebook 4,99€ epub
Su amazon
in formato Kindle 4,99€
Annunci

Qui come altrove. Con Zena a Ferrara

Standard

 

Qui come altrove con Zena - Foto personale

Qui come altrove con Zena – Foto personale

Nella splendida location di Palazzo Paradiso a Ferrara, sede della Biblioteca Ariostea, Zena ha presentato la sua ultima fatica letteraria Qui come altrove.

Palazzo Paradiso - la sala

Palazzo Paradiso – la sala – foto personale

 

Un folto pubblico ha seguito gli scambi tra l’autrice e i due scrittori, Penoncini e Pazzi, mentre Cristina Rossi ha letto con la sua splendida voce, brani tratti dal suo libro.

Due ore intense e ricche di spunti e riflessioni ci hanno accompagnato. I cinquanta pezzi, che compongono la raccolta, sono autentica poesia. Leggeri e pieni di grazia conquistano il cuore, come è stato sottolineato più volte.

Per me è stata l’occasione di conoscere di persona questa splendida signora, sempre sorridente e dai tratti gentili, dopo averla conosciuta virtualmente attraverso il suo blog Colfavoredellenebbie.

Due parole su questo prezioso libro.

I pezzi cominciano tutti col titolo del libro ma di volta in volta è la donna che ripara i sogni oppure la vecchia che sente tutti i movimenti oppure il ragazzo che lima le parole. Ma è solo qualche spizzico questo breve elenco.

Due sono i pezzi che mi hanno colpito. Il primo, che introduce la raccolta, è un affettuoso omaggio a quel uomo dei suoi sogni che adesso è altrove. Una grande perdita per lei ma è sempre nei suoi sogni.

L’altro è la donna che non può sopportare quel rumore. Secondo me è pura poesia. ‘Gli occhi chiusi, con le mani a pugno. Spera che il passero trovi la sua strada e niente spaventi la sua fuga’.

Grazie, Zena

Aggiornamento

Per chi volesse acquistarlo questo è ISBN 9788897648635

Disponibile on line su amazon, ibs e mondadori store e sicuramente anche in libreria.