Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte prima

Standard

Da tre immagini di Antonella nasce questa sfida.

IMG_6323

IMG_6330

IMG_6332

Puzzone era il bastardino di Walter e aveva una tendenza particolare: mettersi nei guai, trascinando anche l’incolpevole padrone.

Era un meticcio di mezza taglia con un mantello che pareva arlecchino, frutto dei molti incroci del parentado canino. Buono coi buoni, cattivo coi cattivi. Aveva un occhio azzurro e uno nocciola e una bella dentatura forte e robusta che non esitava a mostrare quando lo facevano arrabbiare.

Walter l’aveva raccolto cucciolo in un cantiere di Treviso. Come ci fosse finito, nessuno lo sapeva. I muratori gli davano gli avanzi delle loro gamelle, sfamandolo, mentre lui teneva loro compagnia. Quando Walter lo prelevò, ci fu un coro di proteste da parte loro. Tuttavia era la soluzione migliore, perché dopo alcune settimane il cantiere avrebbe chiuso e il cucciolo non si sapeva dove sarebbe finito.

Walter lo chiamò Puzzone, perché faceva davvero una puzza bestia. E ce ne volle prima che l’odore accumulato sul suo pelo né lungo né corto svanisse.

Sofia, quando vide arrivare in casa quel cane lurido e puzzolente, minacciò Walter: «O tu col tuo cane o io me ne vado».

Lui cercò di rabbonirla. «Lo metto in terrazza».

Pessima idea. Ci mancò un pelo che il vicinato chiamassero i vigili per far smettere i suoi lamenti. Comunque passata la notte, la mattina seguente lo portò a lavare ma la puzza rimase, anche se l’aspetto era più presentabile. Sofia gli tenne il broncio per diversi giorni ma alla fine l’umore socievole di Puzzone la contagiò in modo irrimediabile. Così il cucciolo divenne il beniamino di casa. Viziato, coccolato sapeva strappare una carezza dopo ogni disastro che provocava. Il servizio buono del caffè in frantumi, la vetrinetta del mobile basso del salotto, le pantofole di Sofia rosicchiate.

Era un pomeriggio grigio di dicembre con il Natale ormai vicino, quando Puzzone e Walter facevano una passeggiata lungo uno degli innumerevoli canali che attraversano Treviso e dintorni.

Puzzone correva avanti e indietro instancabile, quando si fermò di botto. Immobile. Coda dritta e corpo nella classica postura di chi punta la preda.

«Dai Puzzone! Muoviti» imprecò Walter che era avanti una decina di metri.

Però il cane rimane immobile. Pareva una statua. Puntava delle piante palustri cresciute tra l’acqua e l’argine. Walter di malagrazia tornò sui suoi passi deciso a schiodare la bestia dove si era fermata.

Pose una mano sul capo di Puzzone e la sentì fremere, mentre il respiro era quasi assente.

«Che c’è, Puzzone?»

Strinse gli occhi per mettere a fuoco quello che puntava il cane. Non vedeva nulla nell’oscurità che stava calando.

«Forza Puzzone, a casa ti aspettano le crocchette» provò ad ammansirlo senza risultati.

Il cane restava fermo col corpo proteso in avanti, fremendo come se avesse la febbre, nonostante lui cercasse di tirarlo.

Walter allora si avvicinò di più al digradare della riva per osservare meglio e restò a bocca aperta.

«Mio Dio!» esclamò portandosi una mano alla bocca.

Adesso capiva il motivo del blocco di Puzzone ma iniziava la parte più complicata.

[continua]

Annunci

»

  1. Pingback: Collaborazione che gioia | AntonellaSessolo

  2. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte seconda | Newwhitebear's Blog

  3. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte terza | Newwhitebear's Blog

  4. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – quarta parte | Newwhitebear's Blog

  5. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – quinta parte | Newwhitebear's Blog

  6. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte sesta | Newwhitebear's Blog

  7. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte settima | Newwhitebear's Blog

  8. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte ottava | Newwhitebear's Blog

  9. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte nona | Newwhitebear's Blog

  10. Pingback: Disegna la sua storia – un giallo con Antonella – parte decima | Newwhitebear's Blog

  11. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte undicesima | Newwhitebear's Blog

  12. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte dodicesima | Newwhitebear's Blog

  13. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte tredicesima | Newwhitebear's Blog

  14. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte quattordicesima | Newwhitebear's Blog

  15. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte quindicesima | Newwhitebear's Blog

  16. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte sedicesima | Newwhitebear's Blog

  17. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte diciassettesima | Newwhitebear's Blog

  18. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte diciottesima | Newwhitebear's Blog

  19. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte dicianovesima | Newwhitebear's Blog

  20. Pingback: Disegna la tua storia – un giallo con Antonella – parte ventesima | Newwhitebear's Blog

Sono curioso di sapere cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...