Ministoria extra – il litigio – la mia storia

Standard

Scrivere creativo per tenerci svegli e allenati propone questa nuova sfida.

A volte diamo per scontate le bellezze reali e ci concentriamo sul digitale.
Le due ragazze al centro e in basso nella foto preferiscono concentrarsi sullo smartphone. Scrivete una storia basata su un litigio tra queste due ragazze per qualcosa che hanno visto sullo smartphone.

Miniesercizio extra 23

Le nuvole scorrono nel cielo dietro al ponte che attraversa la baia. Il sole va e viene giocando a nascondersi tra quei batuffoli bianchi. Edo è seduto sotto il gazebo sul limitare della spiaggia, mentre sorseggia una granita al limone. L’afa è mitigata da una leggera brezza, che increspa le onde che si infrangono quiete sulla spiaggia. Sembra tutto perfetto, almeno è quello che pensa Edo, quando qualcosa disturba la bellezza della vista.

Sono le voci stridule di due ragazze, che stanno litigando.

Edo depone la granita sul tavolino e si volta a guardare. È irritato perché sono riuscite a rovinargli quel momento di contemplazione serena.

«È colpa tua» dice la bionda agitando lo smartphone.

«Nemmeno per sogno!» replica indispettita la rossa coi lunghi capelli che si agitano con il movimento del capo.

Edo sorride. Con tanta bellezza da osservare in silenzio proprio qui dovete venire a litigare? Riprende la granita e ricomincia il diverbio. Gli viene la voglia di prendere quello stupido strumento del diavolo e scagliarlo lontano a perdersi in fondo al mare.

«Guarda» urla la bionda, mostrando il display all’amica.

L’altra stringe gli occhi. Con riverbero della luce non si vede quasi nulla. Le prende la mano con lo smartphone e la ruota, finché riesce a osservare quanto compare.

«E con questo?» obietta la rossa, sollevando lo sguardo dallo schermo.

La bionda sbuffa e sta per replicare adirata, quando vede quello che non aveva visto.

«Scusa» mormora la ragazza, abbassando gli occhi. «È stato un abbaglio».

Annunci

»

  1. La chiusa dei tuoi racconti lascia quasi sempre “sospesi”. Ci si interroga nel trovare la papabile soluzione ma soltanto tu conosci il vero incastro!
    Il bello dei tuoi racconti, oltre la trama sempre ben costruita, è proprio questo … un finale da interpretare ed ognuno lo fa alla propria maniera.
    Invidio Edo … una granita in questo momento sarebbe perfetta!
    Un caro abbraccio 🙂

    Liked by 2 people

  2. Amigo mio, una amiga de blog, partió con Dios o no se con quien, mi pena es honda y profunda. Gislinde, una alemana que venía luchando con su cancer partó. Mi tristeza es infinita. Un beso enorme te quiero mucho!!!!

    Liked by 1 persona

Sono curioso di sapere cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...