All’ospedale

Standard

Nuova uscita su Caffè Letterario. Buona lettura

Caffè Letterario

LOgo ospedale

Mi sono seduta su una sedia di fronte alla reception e mi sono sentita estremamente a disagio. Il motivo non riesco a comprenderlo ma la sensazione dentro di me era palpabile. Forse perché l’orario delle visite inizia tra 30 minuti, forse… Il motivo del mio muovermi agitata e ansiosa sulla panca appare chiaro, nel momento in cui mia madre mi vede in attesa.

Si avvicina e mi chiede subito di Jake, il nostro cane. So che è preoccupata per lui e lo sarà ancor di più, quando le dirò che l’ho lasciato con la nostra vicina di casa.
“La signora Larry?” esclama fuori di sé in un accesso di collera furibonda. Non riesco nemmeno a replicare che riprende a sbraitare. “La signora Larry è pazza! Non lo sai? Lei strepita furiosamente coi ragazzi che giocano davanti alla sua casa. Jake non sarà minimamente al sicuro con lei! Non posso rimanere…

View original post 1.115 altre parole

»

  1. ci sono momenti in cui davvero quel qualcuno col quale casualmente scambiamo parole, diviene contenitore delle nostre angosce (e magari viceversa)…
    abbraccio

    Mi piace

Sono curioso di sapere cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...