L’incontro – Capitolo 37

Standard

Ora il cerchio si è chiuso e la storia è terminata.
Poi penserò a qualcosa di altro da postare su questo mio blog.
Per il momento godetevi (ma non ne sono sicuro) la lettura.
Arrivederci a presto

orsobianco

Matteo era furibondo perché Piero gli aveva soffiato Micaela. Non era riuscito a convincerla che lui l’amava con tutte le sue forze.
Quello, che lo infastidiva maggiormente, era ignorare quale tratto dell’aspetto fisico poteva renderlo così attraente agli occhi della ragazza.
«E’ grasso e corpulento col doppio mento. Non è certo un adone affascinante» diceva a bassa voce, mentre si avviava con la macchina verso Prato della Valle.
«Micaela non mi ha mai perdonato d’averla piantata sotto un violento temporale alla Paltana» continuava a chiacchierare con se stesso «Però mi aveva esasperato con tutte le sue lagne fin dalla mattina. Io stavo facendo il mio lavoro e non ero in gita di piacere».
Continuò a parlare da solo, finché non arrivò nell’area di parcheggio della grande piazza, e fu fortunato, perché trovò un buco lasciato libero un secondo prima da un’altra auto.
Parcheggiata la sua, pagata la sosta per due…

View original post 683 altre parole

»

Sono curioso di sapere cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...